Vaccini, Lorenzin: “Pronto un testo di legge che prevede obbligatorietà per accesso a scuola d’obbligo”

In un momento in cui il confronto tra vaccinisti e non-vax sembra essere diventata una guerra di religione arriva un annuncio del ministro della Salute Beatrice Lorenzin. “Ho pronto un testo di legge che prevede l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola dell’obbligo, con un ampliamento delle vaccinazioni obbligatorie indicate dal nostro ministero. L’ho mandato oggi al presidente del consiglio, Paolo Gentiloni, e lo porterò domani in consiglio dei ministri. Ovviamente non potrà essere approvato domani, perché necessiterà di approfondimenti e di una discussione anche da parte del ministero della Pubblica Istruzione, per valutare se i tempi sono veramente maturi per fare una legge che ci riporti in sicurezza”. La ministra, intervenuta alla trasmissione televisiva Night Tabloid che andrà in onda questa sera alle 23.20 su Rai2, però non indica di quali vaccinazioni si tratti: allo stato sono quattro quelle obbligatorie per legge (difterite, tetano, poliomelite ed epatite B), che vengono somministrate nella dose esavalente che comprende anche pertosse ed Haemophilus B.

“Ho immaginato questo decreto – ha proseguito Lorenzin – che pone l’obbligatorietà per l’accesso alla scuola dell’obbligo, con il ministero della Salute che ogni anno dà la lista di quelle che sono le vaccinazioni obbligatorie, superando anche la dicotomia tra vaccinazioni obbligatorie e raccomandate. Tutte le vaccinazioni che sono nel piano vaccinale approvato nei Livelli essenziali di assistenza sono necessarie per la salute delle persone, poi ce ne saranno un gruppo che saranno obbligatorie per l’accesso alla scuola dell’obbligo. Ovviamente questa è una norma che può avere degli aspetti di complessità, per questo l’ho mandata alla presidenza del consiglio. Spero che ci sia un approfondimento con il ministero della Pubblica Istruzione, che ha il timore che venga leso il diritto all’accesso alla scuola. Ci saranno aspetti che andranno verificati, ma credo che i tempi siano maturi per un dibattito su un livello più alto rispetto a quello che abbiamo avuto fino a oggi”.

Ha aggiunto ancora il ministro Lorenzin: “Finalmente si è compresa nella popolazione l’importanza della vaccinazione e che stare sotto la soglia vaccinale è un vero e proprio pericolo. L’epidemia in atto di morbillo, che oggi ci porta più di 2220 casi, la dice lunga sulle complicanze che ci possono essere, ma pensiamo alle varie malattie che possono arrivare, anche più gravi. Molte Regioni si sono dotate di strumenti normativi che hanno intrapreso questa strada, dalla scuola dell’infanzia, come l’Emilia Romagna, il Lazio e la Lombardia o fino alla materna come ha fatto la Toscana. Siamo pronti per un dibattito più ampio per riportare un’obbligatorietà”.
A chi le chiedeva se le vaccinazioni saranno obbligatorie già da settembre, il ministro ha infine risposto: “Ovviamente questa è una valutazione che dobbiamo fare con il Miur. Io so che questa mia proposta non sarà semplice, perché purtroppo c’e ancora una larga parte del popolazione- ha concluso- che ritiene di non voler vaccinare i propri figli”.

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!