Ultim’ora – Il M5S risponde alle “minchiate” di Berlusconi e Salvini

Prima Berlusconi, poi Salvini. La coalizione del cdx (finta coalizione) ha lanciato messaggi al M5S. La risposta arriva subito, con Manlio Di Stefano che scrive:


LINK SPONSORIZZATO


“Quindi fatemi capire…
Matteo Salvini, che pochi anni fa urlava “mai più con Berlusconi” oggi dice di essere “fedele a Berlusconi”;
Silvio Berlusconi, che non può nemmeno candidarsi in quanto condannato in via definitiva per frode fiscale, fa finta di essere lui a snobbare gli altri quando invece col suo 15% è risultato solo quarto alle elezioni;
Giorgia Meloni dall’alto del suo 4% si è già dimenticata i suoi discorsi sulla legalità e abbraccia il suo Silvio come ai vecchi tempi;
Tutti e 3 sostengono di essere una coalizione solida e meritevole di mandato, solo che dal Presidente Mattarella si presentano separati e non hanno alcuna proposta di Governo concreta.
Il Partito Democratico, o ciò che ne resta, piuttosto che leccarsi le ferite e riflettere sul motivo del suo totale fallimento, cerca ancora nemici da attaccare e invece che risollevarsi preferisce far affondare l’Italia intera.

Benissimo, noi più di quanto stiamo facendo non potremmo davvero fare e se ne stanno accorgendo tutti, abbiamo aperto ad ogni possibilità pur di dare un Governo al Paese basato sull’attuazione di un programma preciso nell’interesse degli italiani.
Stiamo agendo da veri e unici responsabili nonostante siamo gli unici ad aver votato contro questa legge elettorale creata per consegnarci a questo caos.
Abbiamo imposto solo due semplici e ovvi (per noi) paletti:
– non trattiamo con condannati (per giunta perdenti);
– trattiamo solo sul programma da dare agli italiani e non sulle poltrone.
Ci proveremo fino all’ultimo istante, se sarà possibile bene, altrimenti non abbiamo paura di nulla, ritorno al voto incluso.
Ad maiora.”