Senato, passa la nota di aggiornamento del Def. Mdp esce, 12 parlamentari di Ala votano con la maggioranza

Via libera di Palazzo Madama allo scostamento sul bilancio e alla nota di aggiornamento del Def. Nel primo caso i voti a favore sono stati 181 e per essere approvato serviva la maggioranza assoluta (161 voti). Nel secondo invece i sì sono stati 164 con 108 voti contrari. I sedici esponenti di Mdp, dopo le tensioni delle scorse ore, si sono schierati a favore dello scostamento, mentre sono usciti dall’Aula per la nota di aggiornamento. In entrambe le votazioni 12 senatori di Ala hanno votato insieme alla maggioranza a favore di entrambe i documenti. Per l’occasione è tornato a Palazzo Madama, dopo molto tempo, anche Denis Verdini. A favore si è espresso anche il senatore M5s Nicola Morra: “Ho votato per errore materiale”, si è giustificato poco dopo con l’agenzia Adnkronos.

Il voto sul Def era l’ennesimo banco di prova per gli equilibri interni alla maggioranza. “I voti al Senato sul Def dimostrano in modo definitivo l’irrilevanza non solo politica ma anche numerica di Mdp”, ha scritto su Twitter il dem Roberto Giachetti. Chi ci tiene a rivendicare il suo contributo è la componente che fa capo a Verdini: “Oggi per gruppo di Ala è una giornata importante”, ha dichirato il presidente dei senatori di Ala-Sc Lucio Barani, “perché, grazie al nostro voto favorevole sul Def, abbiamo stabilizzato il governo e lo abbiamo liberato dalle catene della sinistra comunista che ci vorrebbe far ritornare indietro”.

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!