Salvini: “Bloccati i conti della Lega, è un attacco alla democrazia”. Eseguita la confisca dei fondi dopo la condanna

“Oggi, per la prima volta nella storia della Repubblica, i giudici stanno bloccando l’attività di un partito politico”. Matteo Salvini, in una conferenza stampa a Montecitorio, dà l’annuncio di una sentenza, che da oggi diventa operativa, sull’irregolarità dell’utilizzo di fondi pubblici da parte della Lega Nord. Il 24 luglio scorso il tribunale di Genova ha condannato a due anni e mezzo Umberto Bossi e a quattro anni e dieci mesi il suo storico tesoriere Francesco Belsito, riconosciuti colpevoli alla fine del processo sulla truffa da 56 milioni di euro ai danni dello Stato. Il giudice ligure ha quindi disposto la confisca di 48 milioni di euro dai fondi della Lega Nord. Ora che la sentenza diventa operativa Salvini si scandalizza e parla di “attacco alla democrazia“.

“C’è chi, usando un pezzettino di magistratura, anche un solo giudice, vuole mettere il bavaglio al dissenso, ad alcuni milioni di italiani che credono nella Lega”, afferma Salvini. “Forse – aggiunge il leader del Carroccio – dava fastidio che tanti militanti da tutta Italia venissero a Pontida, per una grande giornata di libertà”. Il problema infatti è proprio la festa del partito: Salvini ha spiegato che alcune banche a livello locale (in Emilia, in Liguria, a Bergamo, a Trento) hanno negato l’accesso ai conti correnti di dirigenti locali della Lega chiamati a fronteggiare le spese per l’organizzazione della manifestazione. “Se qualcuno pensa di bloccarci si sbaglia di grosso, andiamo avanti ancora più forti di prima. Pontida la facciamo anche a costo di pagarla di tasca nostra“, dichiara il segretario.

Salvini risponde anche a Matteo Renzi che poco prima, parlando alla festa dell’Unità di Frascati, aveva dichiarato: “Pensate a come sta messo il centrodestra: tutti i giorni la Lega fa la morale a Roma ladrona ma nessuno che dica che c’è un partito che ha rubato i soldi del contribuente. La Lega deve dare 48 milioni di euro e nessuno ne parla. Salvini è tutti i giorni sui talk show, è dappertutto tranne a Bruxelles, e nessuno che gli chieda dei soldi della Lega”. “Secondo Renzi, la Lega e alcuni milioni di italiani, sono colpevoli di aver rubato. Si vergogni – è la risposta di Salvini – un partito che si definisce democratico non si cura di quanto dice la Costituzione”.

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!