Primarie Pd, Emiliano escluso dalle schede in Lombardia e Liguria

Nella scheda per votare alle primarie del Pd non ci sarà il nome di Michele Emiliano. O meglio: non ci sarà in Lombardia e nemmeno in Liguria. Lo ha ufficializzato la commissione congresso del Pd dopo che la mozione che fa capo al governatore della Puglia non ha raccolto le firme necessarie a presentare la candidatura nelle due Regioni.

In almeno 15 dei 30 collegi lombardi, infatti, Emiliano non ha raggiunto la quota necessaria delle 50 firme, che ha superato in altre regioni toccata anche grazie informali intese con rappresentanti delle altre mozioni, soprattutto con quella di Matteo Renzi. In Lombardia il portavoce della mozione Emiliano è Filippo Penati, l’ex presidente della provincia di Milano.

Il governatore aveva chiesto più volte di coprire i buchi in Lombardia e Liguria con le sottoscrizioni in più raccolte al Sud, dove Emiliano è chiaramente più radicato. Un’ipotesi che sembrava aver raccolto l’assenso dei renziani, mentre i sostenitori della mozione di Andrea Orlando avevano proposto una terza opzione: ok alla candidatura di Emiliano ma solo nei collegi lombardi e liguri dove ha raccolto le firme necessarie, senza escluderlo totalmente dalle due regioni. E invece alla fine la commissione congresso si attenuta strettamente al regolamento: e il nome di Emiliano è svanito dalle schede liguri e lombarde.

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!