Mafia in Puglia, scacco al clan Coluccia: 59 indagati e 37 arresti. Tra di loro anche un ex assessore di Sogliano Cavour

L’indagine “Contatto” ha consentito, dopo tre anni di lavoro, di disgregare un’associazione mafiosa facente capo al clan Coluccia di Noha-Galatina, operante nel territorio della provincia di Lecce. Dalle prime ore della notte tra lunedì e martedì i carabinieri stanno eseguendo 47 provvedimenti cautelari, emessi dal gip presso il Tribunale salentino su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia. Venti persone sono finite in carcere, altre 17 agli arresti domiciliari. Tra gli arrestati – a quanto si è saputo finora – c’è anche un ex assessore di Sogliano Cavour. Nell’ambito dell’inchiesta risultano indagate complessivamente 59 persone.

Il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Maglie nel periodo tra febbraio 2013 e giugno 2016 ha indagato sulle molteplici infiltrazioni a vari livelli del clan Coluccia, in particolare nei comuni di Sogliano Cavour, Galatina, Cutrofiano, Corigliano d’Otranto, Castrignano dè Greci, Melpignano, Soleto, Sternatia, Cursi, Castrì di Lecce, Martano, Otranto, Calimera, Muro Leccese e Cavallino. I 47 raggiunti da provvedimenti cautelari dovranno rispondere, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, estorsione, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione abusiva di armi, ricettazione, rapina, furto aggravato, porto abusivo di armi, detenzione e spaccio di stupefacenti, abuso d’ufficio, usura, favoreggiamento personale, falsità ideologica, corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio, rivelazione ed utilizzazione di segreti d’ufficio, truffa, minaccia aggravata e lesioni personali con l’aggravante delle modalità mafiose.

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!