Legge elettorale, testo base sarà Italicum bis. M5s: “Ora Pd scarichi Verdini”. Ma i dem: “Decideremo”

Sarà l’Italicum corretto da estendere anche al Senato il testo base da cui partire per la discussione sulla legge elettorale. Una proposta che piace ai 5 stelle e che invece scontenta il Partito democratico, che proprio oggi aveva presentato il Verdinellum, ovvero la proposta portata avanti dal senatore Denis Verdini nei mesi scorsi. I dem lo hanno detto subito: “Martedì alle 11 ci sarà una presidenza del gruppo per decidere”, ha spiegato il presidente dei deputati Ettore Rosato. O meglio niente è sicuro.

A cambiare le carte è stata la decisione del relatore in commissione Affari costituzionali, Andrea Mazziotti, di depositare un testo che ricalca l’Italicum corretto da estendere al Senato. Quindi, dopo aver annunciato che non si sarebbe fatto ostruzionismo, il Pd in serata, dopo la presentazione del testo, ha fatto sapere che l’ok dei dem non è scontato. E tanto basta per mettere a rischio il testo presentato da Mazziotti. Come rileva Renato Brunetta di Forza Italia: “Senza il Pd non si va da nessuna parte” per questo “il Pd avrebbe diritto e dovere di dire come la pensa”. Alla Camera i dem hanno una maggioranza schiacciante e quindi qualunque soluzione non può prescindere dal Pd. Con buona pace dei 5 Stelle che esultano: “Bene Mazziotti: si parte dal #Legalicum. Il Pd scarichi Verdini e voti legge condivisa. Siamo disposti anche a correttivi di governabilità”, scrive su Twitter.

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!