Governo, Di Maio lancia programma di governo da sottoscrivere o con Lega o con Pd. “Ma fuori Forza Italia”

https://st.ilfattoquotidiano.it/wp-content/uploads/2018/03/07/di-maio-675-2.jpg

Un programma di governo da sottoscrivere con la Lega o con il Partito democratico. E a condizione che Forza Italia, e naturalmente Silvio Berlusconi, rimanga fuori da tutto. Sarà questa la posizione del M5s alle consultazioni con il presidente della Repubblica, che Luigi Di Maio spiegherà nelle prossime ore, a iniziare dalla sua apparizione a Di Martedì su La7. Quando mancano meno di 24 ore all’inizio delle consultazione del Colle in vista della formazione del governo, è il Capo politico del Movimento 5 stelle a fare la prima mossa pubblica per ribadire la volontà di chiedere l’incarico al presidente della Repubblica cercando l’accordo con le altre forze politiche. Come annunciato la settimana scorsa, il 4 aprile Sergio Mattarella inizierà a vedere le varie formazioni per il primo giro di consultazioni e iMovimento 5 stelle sarà l’ultimo partito a varcare la soglia del Quirinale in quanto forza politica più votata.

Nonostante il passo in avanti di Di Maio, continua lo stallo generale. Il Pd infatti, soprattutto l’anima renziana, ha subito replicato con un no all’idea. Il capogruppo dem al Senato Andrea Marcucci ha dichiarato: “Il Pd, coerentemente con le decisioni assunte in direzione, dirà al presidente Mattarella che non siamo disponibili ad alcun governo che abbia Di Maio o Salvini come premier. La proposta del leader 5 stelle è ovviamente irricevibile”.

Gelo naturalmente dal fronte di Forza Italia:  “Di Maio”, ha detto la capogruppo azzurra alla Camera Maria Stella Gelmini, “dimostra scarsissima cultura istituzionale perché Berlusconi non ha bisogno di legittimazioni da lui essendo stato in questi anni votato da milioni e milioni di cittadini. Siamo noi indisponibili a fare un governo con chi dimostra di non aver compreso il ruolo che gli elettori gli hanno attribuito”. Stessa linea della vicepresidente Fi a Montecitorio Mara Carfagna che ha ribadito la compattezza della coalizione: “Forza Italia rappresenta quasi 5 milioni di elettori ed è il cuore della coalizione di centrodestra che ha vinto le elezioni. Non sarà Di Maio a dividere ciò che gli elettori hanno unito. Diciamo ‘no’ a veti e a egoismi che rappresentano un infantilismo politico. Qualunque soluzione di governo che escluda Forza Italia o il centrodestra rappresenterebbe un tentativo di calpestare la volontà democratica e sarebbe inaccettabile perché ignorerebbe la volontà di qualche milione di elettori. I veti del M5s sono inaccettabili”.

L’articolo Governo, Di Maio lancia programma di governo da sottoscrivere o con Lega o con Pd. “Ma fuori Forza Italia” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!