Gentiloni e Renzi ci hanno indebitati per salvare le banche. Ecco i numeri choc


LINK SPONSORIZZATO


L’Eurostat smonta senza appello l’annuncio del premier uscente Paolo Gentiloni, che lo scorso 1 marzo aveva parlato di “calo del debito/pil rispetto al 2016”. Il rapporto è in realtà aumentato anche nel 2017 e a farlo crescere è stato il salvataggio da parte dello Stato di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca, liquidate e cedute ad Intesa. Un’operazione dall’impatto di 4,7 miliardi sul deficit, con il debito pubblico che sale di 11,2 miliardi. Nessun calo, dunque: dal 132% si passa – con buona pace di Gentiloni – al 132,1.