Di Battista: “Vi spiego come fanno a rubare: Partiti, Coop e Mafie. Unico sistema coordinato che solo noi possiamo eliminare”

di Alessandro Di Battista (11/5/2014)

Qui trovate la mia intervista dalla Annunziata nel programma InMezzora. Fatela vedere a chi pensa che urliamo e basta, che siamo etero-diretti, che vogliamo sfasciare tutto. Ieri notte l’ho rivista. Siamo andati bene, sì siamo. Io, come gli altri miei colleghi, quando andiamo in TV portiamo le vostre parole, siamo portavoce.


GUARDA IL VIDEO:


Ho parlato di FI con estrema durezza e poi ho provato a spiegare il sistema triangolare delle grandi opere in Italia. Le grandi opere sono un triangolo, un vertice lo occupano i partiti che le utilizzano per il voto di scambio garantendo appalti a quelle cooperative (bianche o rosse fa lo stesso) che restituiscono il favore indirizzando il voto di alcuni loro dipendenti (ricattati con l’arma del lavoro) e dando tangenti ai faccendieri, agli intermediari tra partiti e cooperative o aziende stesse. L’ultimo vertice è occupato dal crimine organizzato che si infila come un coltello nel burro ogni qual volta c’è da spendere miliardi di euro pubblici e soprattutto ogni volta che si tira fuori la parola “fretta”.

La fretta è l’alleato dei criminali. “Facciamo in fretta, facciamo in fretta”. “O corriamo o non finiamo l’EXPO” si sente dei adesso. Se vai forte in macchina rischi due cose, di sfracellarti e di non vedere il panorama. Il panorama nelle grandi opere è la corruzione, sono i ladri, i delinquenti che rubano i nostri soldi. Questo è il quadro. Per questo abbiamo un debito pubblico di oltre 2000 miliardi di euro. Diffondete che vinciamo e ripuliamo l’Italia. A riveder le stelle!