Consultazioni governo, diretta – Da Mattarella Pd, Forza Italia, Lega e M5s. Salvini: “Se nessuno si muove, si va al voto”

https://st.ilfattoquotidiano.it/wp-content/uploads/2018/04/05/Consultazioni-Quirinale-675.jpg

E’ il secondo giorno di consultazioni al Quirinale. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella riceverà le delegazioni dei gruppi parlamentari più numerosi: alle 10 il Pd, alle 11 Forza Italia, alle 12 la Lega e alle 16,30 il M5s. La situazione è ancora di totale stallo. Il nuovo tentativo del capo politico dei Cinquestelle Luigi Di Maio di lanciare un “contratto alla tedesca”, sui temi, per un’alleanza di governo con il centrodestra (ma senza Forza Italia) o con il Partito Democratico per ora ha ricevuto come risposte solo picche. Il Pd resiste sulla difensiva, nonostante alcuni esponenti spingano per un confronto. Dalle parti del Carroccio è Giancarlo Giorgetti a dire quello che tutti pensano: se si va avanti così, con la politica dei veti, l’unica strada sono le elezioni anticipate.  “Situazione di stallo – ribadisce Salvini in un’intervista a Affaritaliani.it – Tutti sono fermi sulle loro posizioni e se nessuno si muove, si va a votare“. Ed è d’altra parte uno scenario riportato da quasi tutti i giornali, alcuni dei quali azzardano addirittura una finestra elettorale a giugno. Ma prima di tutto questo resta ancora molto da fare e da vedere, soprattutto dalle parti del Colle, col capo dello Stato che si impegnerà in ogni modo per evitare il voto anticipato. Ci sarà intanto quasi sicuramente un secondo giro di consultazioni, durante la prossima settimana. E forse anche un faccia a faccia, finalmente, tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio.

Ieri, intanto, Giorgia Meloni ha indicato a Mattarella il nome del segretario leghista come esponente da incaricare per la formazione di un governo (“ma ora è inutile” ha risposto lo stesso Salvini”), mentre dalla parte opposta Piero Grasso ha asicurato la disponibilità al dialogo per un governo con “tutte le forze progressiste e riformiste”, Cinquestelle compresi.

CRONACA ORA PER ORA 

9.49 – La delegazione del Pd al Quirinale
La delegazione del Pd è entrata a piedi al Quirinale, con il segretario reggente Maurizio Martina, il presidente Matteo Orfini e i capigruppo di Senato e Camera Andrea Marcucci e Graziano Delrio.

9.31 – Salvini: “M5s non può dire: quello non mi piace”
“Sulle presidenze di Camera e Senato abbiamo dimostrato di essere veloci, concreti e rispettosi della volontà popolare. Altro paio di maniche è il governo. C’è un programma che è quello di Centrodestra e da lì si parte, così come si parte dalla squadra del Centrodestra. Con i grillini dialogo, assolutamente, con Renzi invece è più difficile visto che ha governato per sei anni, male. Però i grillini non possono dire ‘quello non mi piace, quello mi sta antipatico, quello non lo voglio, il premier lo faccio io e il programma è mio’”. Lo dice Matteo Salvini a Affaritaliani.it.

9.29 – Salvini: “Se nessuno si muove, si va a votare”
“Situazione di stallo. Tutti sono fermi sulle loro posizioni e se nessuno si muove si va a votare”. Lo ha affermato Matteo Salvini, segretario federale della Lega, intervistato dal direttore di Affaritaliani.it Angelo Maria Perrino a poche ore dall’incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante la festa per i 22 anni del quotidiano online.

9.07 – Crosetto (Fdi): “Unica uscita è M5s-Pd”
“Dato che il centrodestra ha posto come condizione di non spaccarsi, e l’M5S pretende che Di Maio faccia il premier, credo che l’unico partito che potrà accettare una simile richiesta dei 5Stelle è uno privo di leader, com’è il Pd”. Ne è convinto il deputato di Fratelli d’Italia Guido Crosetto, secondo il quale un governo M5S-Pd è possibile “perché Salvini non può accettare Di Maio premier e noi non possiamo rinunciare a Forza Italia rompendo il centrodestra solo perché lo chiede Di Maio. E i tempi per la trattativa si sono allungati, visto che la finestra del voto a giugno ormai si è chiusa, e la prossima si aprirà a settembre-ottobre”.

9.06 – Crimi (M5s): “A partire dai temi, la situazione si sbloccherà”
“Allora la situazione era più complessa, eravamo alieni, marziani in Parlamento. Adesso in campo ci sono tre aree politiche mature. A partire dai temi, la situazione si sbloccherà”. Lo dice a Repubblica Vito Crimi, vice capogruppo al Senato del M5s, paragonando le consultazioni della scorsa legislatura con quelle attuali.

L’articolo Consultazioni governo, diretta – Da Mattarella Pd, Forza Italia, Lega e M5s. Salvini: “Se nessuno si muove, si va al voto” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!