ABBIAMO FATTO UNA SCOPERTA CLAMOROSA SULLE PRIMARIE PD! DOVETE CONDIVIDERE TUTTI QUESTA VERGOGNA!

Erano più che fondati i sospetti davanti a quell’immagine di decine di giovani africani, ospiti del Cas di Ercolano, in coda domenica scorsa per votare alle primarie del Pd. Chi si era illuso in un sussulto di partecipazione democratica degli immigrati in cerca di integrazione, come aveva ventilato il sindaco renzianissimo del comune dalle pendici del Vesuvio Ciro Bonajuto, dovrà ricredersi profondamente. Il colpo di grazia alla fabbrica di voti Dem vesuviana è arrivato da un video di Fanpage.it che ha raccolto la confessione di un richiedente asilo: “Ci sono venuti a prendere con l’auto del centro di accoglienza – ha detto in francese, visto che l’italiano non sa parlarlo ancora – e ci hanno portato a votare”.

In un comune con appena 300 iscritti al Pd, c’è stato chi ha gridato al miracolo per quei 5mila e rotti voti registrati nel seggio. Di sovrannaturale però c’è ben poco, anzi: “Ci hanno detto di votare per la terza persona sulla scheda – ha aggiunto il profugo, Dem a sua insaputa – Io l’ho fatto perché speravo di poter ottenere aiuto per i miei documenti per rimanere in Italia”. Nella città degli Scavi, il neoeletto segretario del Pd, Matteo Renzi, ha raccolto più dell’80%. Nel 2013 sempre a Ercolano non andarono a votare più di 1800 persone, un bel salto di qualità con mille dubbi. A cominciare dal mistero su chi abbia messo i soldi per questo esercizio di democrazia e integrazione, visto che ogni votante dovrebbe pagare due euro.

Il sindaco renziano, e con lui i responsabili del Cas, rigettano tutto al mittente. A cominciare dai documenti, che sarebbero già in possesso degli ospiti della struttura, Bonajiuto anzi dice di conoscere i votanti africani, visto che sono là da almeno due anni: “Questi ragazzi vivono da circa due anni sul territorio ercolanese e partecipano attivamente alle iniziative che si svolgono in città. Solo negli ultimi mesi, hanno preso parte alla Marcia della Legalità, a una manifestazione contro la violenza sulle donne con Lucia Annibali, alla giornata per le vittime innocenti delle mafie e, solo ultima in ordine di tempo, al corteo per la Festa della Liberazione”.

Fonte: http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/12373241/primarie-pd-ercolano-immigrato-cas-pagato-per-votare-renzi.html

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!